Live streaming

Filarmonica della Scala

DANIELE GATTI

IL CONCERTO SARA' DISPONIBILE PROSSIMAMENTE SU RAI5 E RAIPLAY.

  • 00

    giorni

  • 00

    ore

  • 00

    minuti

  • 00

    secondi

Filarmonica della Scala

DANIELE GATTI
- Direttore
PAUL HINDEMITH
- Nobilissima visione, suite
ANTON BRUCKNER
- Sinfonia n. 4
Programma del concerto

Introduzione

Quando compose il balletto Nobilissima Visione (1937-1938) Hindemith era consapevole della necessità di lasciare la Germania e stava preparando l’emigrazione in Svizzera, dove non si fermò a lungo, perché il timore che l’Europa non fosse sicura lo indusse a partire per gli Stati Uniti. Il balletto Nobilissima Visione, andò in scena a Londra il 21 luglio 1938, con la coreografia di Massine e i Ballets Russes de Monte Carlo. Subito Hindemith ne trasse una suite, che presentò in prima esecuzione a Venezia, dirigendola egli stesso il 13 settembre 1938. Fin dalla prima londinese in Nobilissima Visione fu sottolineata la felicità della vena melodica e si parlò di un carattere più chiaro e aereo, «serafico», che comportava una minor densità contrappuntistica rispetto ad altri lavori di Hindemith e la tendenza a schiarire la tavolozza dei colori.

La genesi della Quarta di Bruckner è complessa. Una prima versione fu abbozzata nel 1873 e portata a termine tra il gennaio e il novembre 1874: non fu mai eseguita durante la vita di Bruckner perché egli decise di rivederla e vi ritornò sopra nel 1878 e tra il dicembre 1879 e il giugno 1880. Il risultato di queste revisioni è la versione che si è soliti considerare definitiva, e che fu eseguita per la prima volta a Vienna sotto la direzione di Hans Richter il 20 febbraio 1881. Una quarta versione, del 1887-88, fu stampata nel 1889; ma presenta la problematicità di altre versioni tarde delle sinfonie bruckneriane.

Testo di Paolo Petazzi

Daniele Gatti

Si è diplomato in composizione e direzione d’orchestra al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. È Direttore principale della Royal Concertgebouw Orchestra (RCO) di Amsterdam dal settembre 2016 e Consulente artistico della Mahler Chamber Orchestra. Ha ricoperto ruoli di prestigio presso importanti realtà musicali come l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la Royal Philharmonic Orchestra, l’Orchestre national de France, la Royal Opera House di Londra, il Teatro Comunale di Bologna, l’Opernhaus di Zurigo. I Berliner Philharmoniker, i Wiener Philharmoniker, la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks e l’Orchestra Filarmonica della Scala sono solo alcune delle rinomate istituzioni sinfoniche con cui collabora regolarmente.

Tra le numerose e rilevanti nuove produzioni che ha diretto si ricordano il Falstaff con la regia di Robert Carsen (a Londra, a Milano e ad Amsterdam); il Parsifal con la regia di Stefan Herheim, con cui ha inaugurato l’edizione 2008 del Festival di Bayreuth (uno dei pochi direttori d'orchestra italiani a essere invitato al festival wagneriano); il Parsifal con la regia di François Girard alla Metropolitan Opera di New York; quattro opere al Festival di Salisburgo (Elektra, La bohème, Die Meistersinger von Nürnberg, Il trovatore).

A coronamento delle celebrazioni per l’anno verdiano, nel 2013 ha inaugurato con La traviata la stagione del Teatro alla Scala, dove ha anche diretto il Don Carlo per l'apertura della stagione nel 2008, e titoli quali Lohengrin, Lulu, Die Meistersinger von Nürnberg, Falstaff e Wozzeck.

Tra i più recenti impegni si segnalano Pelléas et Mélisande al Maggio Musicale Fiorentino, Tristan und Isolde al Théâtre des Champs-Élysées di Parigi e l’inaugurazione della stagione del Teatro dell’Opera di Roma con lo stesso titolo wagneriano.

Nel 2016 ha avuto inizio un ciclo triennale di concerti dal titolo “RCO meets Europe”, che coinvolge i 28 paesi dell’Unione Europea e comprende il progetto “Side by Side”, grazie al quale alcuni musicisti delle orchestre giovanili locali partecipano all’esecuzione del primo brano in programma, accanto ai professori della Royal Concertgebouw Orchestra e sotto la direzione di Gatti, rendendo cosí possibile uno scambio umano e musicale di natura straordinaria. L'appuntamento italiano è stato all’Auditorium del Lingotto di Torino.

Nel giugno 2017 ha diretto la RCO in una produzione lirica, per la prima volta dopo la sua nomina a Direttore principale: Salome alla Nationale Opera di Amsterdam. Nella stagione 2017/2018 dirige i Berliner Philharmoniker alla Philharmonie di Berlino, l’Orchestra e il Coro del Teatro alla Scala a Milano con la Seconda Sinfonia di Mahler, dirige la Royal Concertgebouw Orchestra in Europa, Corea del Sud, Giappone e alla Carnegie Hall di New York, appuntamenti che si aggiungono a quelli in cartellone ad Amsterdam. Inaugura, inoltre, la stagione del Teatro dell’Opera di Roma con La damnation de Faust, è in tournée con la Mahler Chamber Orchestra, ritorna all'Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma e sale sul podio della Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks a Monaco e della Philharmonia Orchestra di Londra.

Daniele Gatti è stato insignito, quale Miglior direttore per il 2015, del Premio Franco Abbiati della critica musicale italiana e nel 2016 ha ricevuto l’onorificenza di Chevalier de la Légion d’honneur della Repubblica Francese, per la sua attività di Direttore musicale dell’Orchestre national de France.

Per Sony Classical ricordiamo le incisioni con l’Orchestre national de France dedicate a Debussy e Stravinskij e il DVD del Parsifal andato in scena alla Metropolitan Opera di New York. Per l’etichetta RCO Live ha recentemente inciso la Symphonie fantastique di Berlioz, la Seconda Sinfonia di Mahler, Le sacre du printemps di Stravinskij abbinato al Prélude à l'après-midi d'un faune e a La mer di Debussy.

www.danielegatti.eu

Filarmonica della Scala

Claudio Abbado fonda la Filarmonica della Scala insieme ai musicisti scaligeri nel 1982. L’anno seguente la Filarmonica si costituisce in associazione indipendente. Carlo Maria Giulini guida le prime tournée internazionali; Riccardo Muti, Direttore Principale dal 1987 al 2005, ne promuove la crescita artistica e ne fa un’ospite costante nelle più prestigiose sale da concerto internazionali. Da allora l’orchestra ha instaurato rapporti di collaborazione con i maggiori direttori tra i quali Leonard Bernstein, Georges Prêtre, Lorin Maazel, Wolfgang Sawallisch, Myung-Whun Chung, Valery Gergiev, Zubin Mehta, Esa-Pekka Salonen, Yuri Temirkanov, Daniel Harding, Daniele Gatti. Dal 2015 Riccardo Chailly ha assunto la carica di direttore principale.

La Filarmonica realizza la propria stagione di concerti ed è impegnata nella stagione sinfonica del Teatro alla Scala. Sono oltre 600 i concerti all’estero tenuti durante le numerose tournée. Ha debuttato negli Stati Uniti con Riccardo Chailly nel 2007 e in Cina con Myung-Whun Chung nel 2008. La tournée europea con Riccardo Chailly della stagione 2017-2018 ha visto concerti ai Proms di Londra, al Festival di Lucerna e di Edimburgo, a Berlino, Bucarest e Friburgo, il ritorno al Barbican Centre di Londra, Parigi, Budapest, Vienna a cui si aggiungono i concerti di Lucerna e Istanbul a promavera.

Da cinque anni è protagonista del Concerto per Milano, il grande appuntamento sinfonico gratuito in Piazza Duomo, tra le iniziative Open Filarmonica nate per condividere la musica con un pubblico sempre più ampio, di cui fanno parte anche le Prove Aperte, il cui ricavato è devoluto in beneficenza ad associazioni non profit milanesi che operano nel sociale, e il progetto Sound, Music! dedicato ai bambini delle scuole primarie milanesi.

Particolare attenzione è rivolta al repertorio contemporaneo: la Filarmonica della Scala commissiona ogni anno una nuova composizione orchestrale ai compositori del nostro tempo. Hanno scritto per la Filarmonica autori quali Giorgio Battistelli, Carlo Boccadoro, Azio Corghi, Luis de Pablo, Pascal Dusapin, Peter Eötvös, Ivan Fedele, Matteo Franceschini, Luca Francesconi, Carlo Galante, Mauro Montalbetti, Salvatore Sciarrino, Giovanni Sollima, Fabio Vacchi.

Consistente la produzione discografica per Decca, Sony ed Emi: in occasione del bicentenario verdiano ha inciso con Riccardo Chailly il CD Viva Verdi (Decca) che è risultato il disco di musica classica più venduto del 2013 in Italia, e pubblicato di recente anche in DVD. Con Sony ha intrapreso il progetto ’900 Italiano, articolato in 3 DVD diretti da Georges Prêtre, Fabio Luisi e Gianandrea Noseda. Decca ha rilasciato il CD con la registrazione dal vivo della Sinfonia n. 9 di Mahler diretta da Daniel Barenboim alla Scala il 15 novembre del 2014. Da gennaio 2017 è disponibile il nuovo CD Decca diretto da Chailly che include Ouvertures, Preludi e Intermezzi di Opere che hanno avuto la “prima” al Teatro alla Scala. Due nuovi CD diretti da Chailly sono in uscita nella stagione 2017-2018.

L’attività della Filarmonica della Scala non attinge a fondi pubblici ed è sostenuta da UniCredit, Main Partner istituzionale dell’Orchestra e dallo Sponsor Allianz.